23 settembre 2016

Cheesecake con gelatina di pesche

Per il compleanno del Parpanonno quest'anno ci siamo dati alla cheesecake...la ghisa era in vacanza :)

Cheese cake con gelatina di pesche
Ingredienti per 4 persone
500 g Philadelphia
50 g zucchero a velo
150 ml di panna liquida
18 g colla di pesce
2 pesche
1 limone

200 g di biscotti secchi Digestive
100 g burro

Frullate i biscotti con il burro fuso, quindi ponete l'impasto in una tortiera di diametro 24 cm, appianatela con un cucchiaio e mettetela in frigorifero per almeno 40 minuti.

Nel mentre preparate la crema: in una ciotola mettete il Philadelphia, lo zucchero a velo, 100 ml di panna e frullate bene con una frusta elettrica. In una tazza ammollate in acqua fredda 9 g di colla di pesce, quindi fatela sciogliere con la panna in un pentolino a fuoco molto basso. Aggiungete il tutto e frullate ancora.
Passati i 40 minuti (non di meno se no la base diventa molle), aggiungete la crema alla base, appianatela con un cucchiaio e lasciate riposare almeno un'ora.

Nel mentre preparate la gelatina di pesche: pulite due pesche e frullatele molto bene con il succo di mezzo limone. In una tazza ammollare la colla di pesce, quindi scioglierla a fuoco dolce con le pesche.
Lasciar raffreddare e  aggiungere alla crema.

Lasciar riposare il tutto per almeno un'altra ora e decorare con fettine di pesche.
Buonissima!

18 settembre 2016

Parpamum is back

Dobbiamo aggiungere una nuova cucciola alla famiglia :)
Dopo parpanino è arrivata finalmente Lapopi,,ad Aprile nfatti abbiamo avuto la gioia di diventare ancora mamma e papà.
Il tempo per scrivere è effettivamente mancato un po'  ma non abbiamo mai smesso di cucinare...per cui a breve una carrellata delle nostre ricette più sfiziose prodotte negli ultimi mesi... ma adesso sssssssshhhhh i nanerottoli fanno la nanna!

30 marzo 2016

Polpettone con cuore di scamorza e crema ai funghi

Non avevo mai fatto il polpettone in vita mia...e sentivo la necessità di sopperire a questa tremenda mancanza :) Sul web si trovano 1000 ricette, cosi ne ho combinate un po' come sempre...ed il risultato è stato eccellente...morbido, profumato e gustoso, insomma da provare assolutamente.

Polpettone con cuore di scamorza e crema ai funghi
Ingredienti per 6-8 persone

600 g di trita di manzo
400 g salsiccia
1 uovo
250 g di scamorza
prezzemolo
100 g pane ammorbidito nel latte
80 g parmigiano grattuggiato
farina
100 g funghi secchi
1 dado ai funghi
vino bianco
olio evo
20 g burro

Miscelare bene la salsiccia con la carne di manzo. Aggiungere l'uovo, il pane ben strizzato, il grana, prezzemolo, sale e pepe e mescolare ben bene.
Tagliare la scamorza a cubetti. Con metà impasto creare una barchetta sulla quale adagiare la scamorza, e con l'altra metà dell'impasto coprire il tutto e chiuderlo molto bene. Compattare il polpettone e infarinarlo.
In una grossa pentola di ghisa aggiungere 3 cucchiai di olio, il burro e lasciar dorare bene su tutti i lati il polpettone. Sfumarlo di vino bianco. Aggiungere i funghi precedentemente ammollati in acqua calda, il dado di funghi e un po' di acqua calda. Lasciar cuocere 50 inuti girandolo molto delicatamente di tanto in tanto. Aggiungere acqua calda all' occorrenza.
 Una volta cotto affettarlo con cautela per non romperlo. Frullare i funghi e servirli come salsa di accompagnamento, insieme ad un bel purè.

Stufato di manzo

La primavera inizia a fare capolino anche dalle nostre parti...ma a calde giornate di sole si alternano giorni uggiosi e ancora frescolini. Senza proprio voler cedere ad un'ultima polenta (anche se...), ho preparato uno stufato meraviglioso, bagnato con una Guinnes irlandese per festeggiare San Patrizio :)

Stufato di manzo
Ingredienti per 6-8 persone
1 kg di carne di manzo (mi sono lasciata consigliare come sempre dal mio macellaio...)
2 carote
2 patate
1 cipolla dorata grande
olio EVO
30 g burro
farina bianca qb
1 lattina di Guinnes
brodo di carne (circa 1 L)
4 bacche di ginepro
1 foglia di alloro
3 chiodi di garofano
sale e pepe

In un'ampia pentola di ghisa lasciar sciogliere il burro con 3 cucchiai di olio EVO. Infarinare la carne tagliata a pezzettoni e lasciarla ben dorare nella pentola. Aggiungere sale e pepe, le bacche di ginepro e la foglia di alloro. Lasciar cuocere 10 minuti circa rigirando spesso. Nel frattempo pulire la verdura e tagliarla a pezzettoni, aggiungerla alla carne e sfumare tutto con la birra.
Chiudere con il coperchio e lasciar cuocere almeno 1 ora e 30 minuti, aggiungendo brodo di tanto in tanto.
Servire con riso lessato e della buona birra :)

3 marzo 2016

Pollo pomodoro e mozzarella

Questa volta non mi sono inventata proprio nulla...ma non ho potuto fare a meno di scopiazzare una ricetta di GialloZafferano e metterla in una graziosa cocotte :)
Ma come dire di no al pollo alla sorrentina? Era davvero buonissimo, super complimenti allo chef che lo ha inventato! Io l'ho servito con del riso basmati...

Pollo pomodoro e mozzarella
Ingredienti per 4 persone
1 petto di pollo
1 mozzarella
50 g Edamer
80 g di parmigiano grattugiato
1/2 cipolla
basilico
750 ml di polpa di pomodoro
olio EVO
farina 00
sale e pepe

Preparare il sugo: tagliare a pezzettini la cipolla e farla dorare in una pentolina con due cucchiai di olio EVO. Aggiungere la polpa di pomodoro, aggiustare di sale e pepe e cuocere per 10-15 minuti. Aggiungere abbondante basilico fresco.
Tagliare il pollo a cubetti, passarlo nella farina e farlo dorare in una padella antiaderente con 2/3 cucchiai di olio EVO. Aggiustare di sale.
Tagliare a cubetti mozzarella e formaggio Edamer. In una ciotola mettere pomodoro, formaggi e pollo, miscelare molto bene e trasferire il composto nelle mini cocottes. Cospargerle di parmigiano e metterle in forno ben caldo 20 minuti circa.

Servire appena uscito dal forno con un contorno di riso basmati. Favoloso!!!!

26 febbraio 2016

Strozzapreti con acciughe, broccoli e limone

Forse non ho mai raccontato la mia passione per lo chef Jamie Olivier. Dalla diffidenza iniziale da italiana media (come fidarsi di uno chef inglese?) all'innamoramento della sua cucina, tanto da essere fedele abbonata della sua rivista.
Questa ricetta non tradisce le aspettative. Semplice, veloce e d'effetto...per trasformare un banale piatto di pasta in un trionfo di gusto!

Strozzapreti con acciughe, broccoli e limone
Ingredienti per 4 persone
320 g di strozzapreti
2 spicchi di aglio
2 broccoletti
1 limone NON TRATTATO
peperoncino
50 g pangrattato
olio EVO

Mettere a bollire una grossa pentola di acqua salata. Una volta raggiunta l'ebollizione aggiungere i fiori dei broccoletti ben lavati e cimati. Dopo 5 minuti aggiungere gli strozzapreti e portarli a cottura.
Nel mentre in una padella aggiungere 4 cucchiai di olio EVO e 1 spicchio di aglio. Una volta dorato aggiungere il pangrattato e farlo saltare bene. Eliminare lo spicchio d'aglio. In un'altra padella aggiungere 4 cucchiai di olio EVO, uno spicchio d'aglio, peperoncino e 8 filetti di acciuga. Far sciogliere bene le acciughe e aggiungere la pasta cotta con i broccoli. Far saltare, cospargere di pangrattato e grattugiare
la buccia di un limone. Servire caldissima!

25 febbraio 2016

Fusilli di salsiccia e puntarelle

Come si sarà sicuramente capito io sono assolutamente addicted di puntarelle di catalogna. Così invece che usarle nelle zuppe e nei contorni, questa volta ho deciso di abbinarle ad un buon piatto di pasta...e visto che mi avanzava un po' di salsiccia... Gnam!!!

Fusilli di salsiccia e puntarelle
Ingredienti per 4 persone
320 g di fusilli
200 g di salsiccia
350 g di puntarelle di catalogna
1 spicchio di aglio
olio EVO
sale
pepe
120 g pecorino romano

Pulire bene le puntarelle, tagliarle a fettine sottili e farle saltare in padella con 4 cucchiai di olio EVO e 1 spicchio di aglio, finché sono ben morbide. Salare e pepare.
In una padella ben calda aggiungere la salsiccia spellata e ridurla a pezzettini, cuocendola finché rimane ben croccante.
Grattugiare il pecorino.

Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolarla al dente e farla saltare due minuti con puntarelle, salsiccia e pecorino. A piacere aggiungere pepe.

Lasagne alla zucca e salsiccia

Mi sono arresa...anche le lasagne alternative sono buone :) certo, mai come quelle di mamma, ma comunque buone! E allora ecco la mia ricetta delle lasagne di zucca, cremose e senza besciamella!

Lasagne di zucca
Ingredienti per 8 persone
32 fogli di pasta per lasagne
800 g di zucca
250 g di ricotta
latte
500 g di scamorza affumicata
500 g di salsiccia
sale e pepe

Pulire e sbucciare la zucca, tagliarla a cubetti e metterla in forno a 180°C per 25 minuti circa, finchè la zucca sarà morbida.

Una volta cotta frullarla con la ricotta, aggiustarla di sale e pepe e aggiungere latte fino ad una consistenza vellutata e cremosa.

Spellare la salsiccia e cuocerla in una padella antiaderente molto calda sbriciolandola molto bene. Tagliare la scamorza a cubetti.

Comporre le lasagne, su ogni strato mettere la pasta, la crema di zucca, la salsiccia e la scamorza.

Farla cuocere in forno a 180°C per 40 minuti. Servirla ben calda!

22 febbraio 2016

Spezzatino di tacchino ai due risi

La mamma ha visto in televisione alla "Prova del cuoco" questa splendida ricetta, light e super veloce...non garantisco che sia esattamente come l'hanno spiegata in tv, ma la mia mammina l'ha comunque fatta benissimo :)

Spezzatino di tacchino ai due risi
ingredienti per 4 persone
400 g di petto di tacchino ( a cubetti)
Farina di farro integrale
80 g di mandorle
succo di mela
160 g riso rosso
160 g riso venere
alloro
olio EVO
Sale e pepe

Innanzitutto lessare i due risi in acqua salata con una foglia di alloro. Per il riso rosso ci vogliono circa 40 minuti, per il venere circa 25-30, dipende dalla varietà.
Tagliare il petto di tacchino a cubetti e  infarinarlo con il farro. In una padella scaldare un filo di olio e lasciarlo rosolare. Una volta rosolato aggiungere le mandorle tritate, lasciare insaporire e sfumare con il succo di mela. Aggiustare di sale e pepe.
Una volta scolato il riso, passarlo in padella con un filo di olio e servire il tutto ben caldo!

Lessiamo il riso in acqua salata e profumata d’alloro; la varietà usata da Sergio richiede circa 35 minuti di cottura. In padella, scaldiamo un filo d’olio; intanto, tagliamo a tocchetti il tacchino e li infariniamo; passiamo il tacchino in padella, con l’olio; facciamo rosolare per bene. Quando è ben dorato su tutti i lati, uniamo le mandorle tritate grossolanamente (e con la pelle); lasciamo insaporire un po’, quindi sfumiamo col succo di mele; lasciamo addensare, mantenendo sul fuoco per qualche minuto; saliamo e pepiamo. Scoliamo il riso, lo passiamo sotto l’acqua e lo scaldiamo in padella, con un filo d’olio, del radicchio tagliato a tocchetti ed un pizzico di sale. Bastano pochi istanti, il radicchio rimane croccante. Serviamo il tacchino con il riso al radicchio.

11 febbraio 2016

Mug Cake al cioccolato

Non sono una grossa esperta di dolci, si sa, ma l'arrivo del secondo cucciolo mi mette una gran voglia di dolci che non posso sempre rinnegare! Il tempo (e la pazienza) mancano sempre un po', ma la volontà di bandire prodotti industriali è tanta...per fortuna l'amata Sonia (Peronaci) dall'alto della sua sapienza e genialità ha creato dei gustosissimi mug cake, che ripropongo con quello che avevo in casa e naturalmente nelle mie fantastiche mini cocottes! Idea anche per San Valentino in arrivo...

Mug Cake al cioccolato
Ingredienti per 2 persone

60 g farina 00
1 uovo
55 g zucchero
50 g latte fresco
15 g cacao amaro in polvere
30 g burro
3 g lievito da dolci
20 g gocce di cioccolato fondente

Sciogliere al microonde il burro; in una ciotola sbattere con una frusta elettrica l'uovo e lo zucchero. Aggiungere a filo il burro e sbattere finchè il composto non risulta chiaro e cremoso.
Aggiungere la farina, il cacao ed il lievito setacciati e sbattere alla minima velocità. Aggiungere le gocce di cioccolato.
Distribuire il composto nelle mini cocottes: cuocere al microonde alla massima potenza, un minuto per ottenere un cuore morbido, 1 e 30 per un composto un po' più spugnoso.

Fantastico!!!

8 febbraio 2016

Ossibuchi con risotto alla milanese

Avevo una voglia pazza di ossibuchi come li cucina la Parpanonna... con la gremolada milanese di limone, aglio e prezzemolo. Ma c'è un tocco di classe che aggiunge la cuoca...anche un pochino di scorza di arancio che rende il tutto ancora più profumato!
Il segreto? Un'ottima carne, la cottura lenta e agrumi rigorosamente bio.
Da accompagnare assolutamente con un bel risotto allo zafferano...piatto unico, godereccio e super soddisfacente!

Ossibuchi con risotto alla milanese
Ingredienti per 4 persone
4 ossibuchi di manzo Piemontese DOC
farina bianca
olio EVO
50 g burro
vino bianco
brodo
1 cipolla dorata
2 spicchi di aglio
1 ciuffo di prezzemolo
1 arancia non trattata
1 limone non trattato
sale e pepe

Per il riso:
320 g di riso arborio
brodo di carne
100 g di parmigiano
1/2 cipolla dorata
20 g burro
olio EVO
vino bianco
1 bustina di zafferano

Preparazione degli ossibuchi:
Incidere in 3-4 punti gli ossibuchi sui bordi, per evitare che si arriccino in cottura. Infarinarli ben bene. In una larga padella (di ghisa naturalmente!) aggiungere 4 cucchiai di olio EVO, il burro e la cipolla tagliata fine. Lasciar diventare trasparente la cipolla a fuoco lento, quindi aggiungere gli ossibuchi e farli dorare su ogni lato. Bagnare la carne con il vino bianco, aggiustare di sale e pepe e lasciar cuocere a fuoco lento per 1 ora e 20 minuti con il coperchio, girandoli di tanto in tanto e aggiungendo poico brodo alla volta.
Tritare la buccia di un limone e di mezza arancia in un piccolo frullatore, insieme ad aglio e prezzemolo, per formare la gremolada. Aggiungere il composto 5 minuti prima della fine della cottura.

Nel mentre preparare il risotto: tritare fine la cipolla e lasciarla appassire con 2 cucchiai di olio EVO e il burro. Aggiungere il riso, farlo tostare e bagnarlo di vino bianco.
Aggiungere brodo fino a portarlo a cottura; il risotto deve rimanere bello cremoso. A 5 minuti dalla fine aggiungere lo zafferano. Una volta terminata la cottura aggiungere il parmigiano, mantecarlo bene e lasciarlo riposare 2 minuti prima di servirlo.
Servire in un piatto unico e godersi la fantastica cena!!!



4 febbraio 2016

Lasagne al radicchio

Per me di ricetta di lasagne ce n'è solo una: quella della mia mamma! Non so se è quella tipica alla bolognese o meno, ma io la adoro. Tutte le altre combinazioni, seppur ottime, non meritano di essere chiamate lasagna...preferisco salvaguardare la mia integrità affettiva con il ragù :)
Per cui per me il nome corretto dovrebbe essere "pasta al forno al radicchio" ma sono stata messa in stretta minoranza...
comunque sono davvero buonissime, le ripeterò presto ai miei ospiti! Tanto buone che la foto è stata scattata troppo di fretta e non rende giustizia al piatto!

Lasagne al radicchio
Ingredienti per 6 persone
Per la pasta:
300 g di farina 00
3 uova intere
sale

Per il ripieno:
400 g salsiccia
2 scamorze affumicate
40 g burro
1 litro di latte
farina bianca qb
2 cespi di radicchio lungo
olio EVO
sale e pepe

Preparare la pasta miscelando farina e uova e tirandola molto fine.

Pulire l'insalata, tagliarla a listerelle e lavarla con abbondante acqua. Lasciarla asciugare bene, quindi mettere 3 cucchiai di olio EVO in una padella antiaderente e lasciarla appassire a fuoco lento per circa 6/7 minuti coperta, rigirandola di tanto in tanto.
Tagliare la scamorza a cubetti piccoli.
Sgranare la salsiccia e lasciarla saltare in una padella antiaderente fino a che diventa croccante.
Preparare la besciamella: lasciar sciogliere il burro in una padellina antiaderente, spegnere il fuoco ed aggiungere farina fino a formare una "pallina" omogenea (Roux). Aggiungere un mestolo alla volta di latte caldo a fuoco lento e miscelare finchè non viene completamente inglobato dalla Roux. Continuare finchè la consistenza risulta liquida e cremosa.

Comporre le lasagne mettendo su ogni strato pasta, radicchio, salsiccia, scamorza e besciamella...
Quindi in forno a 180°C per 30 minuti circa.

Buon appetito!

Pollo e patate con miele e senape

Ma che bravo questo Parpapapà che si cimenta ai fornelli! Ricetta semplice ma davvero gustosa, da riproporre agli amici!
L'unica accortezza è di lasciar marinare il pollo qualche oretta per renderlo ancora più gustoso!

Pollo e patate con miele e senape
Ingredienti per 4 persone
4 fette di petto di pollo (un po' spesse)
4 patate rosse grosse
2 cucchiai di miele d'acacia
 olio EVO
2 cucchiai di senape aromatica
sale e pepe

Preparate la marinata sciogliendo 2 cucchiai di miele, 2 di olio EVO e 2 di senape. Adagiate il pollo e fatelo marinare in frigorifero coperto da pellicola per alcune ore.
Pelate, lavate le patate e tagliatele a fette di circa 3-4 mm di spessore e lasciatele sbollentare in acqua salata per 5 minuti.
In una shellow casserole mettere 3 cucchiai di olio EVO, le patate e il pollo con la sua marinata.
Mettere coperto in forno ben caldo (180°C) per 20 minuti e scoprirlo per altri 10-15 minuti, facendo attenzione che il pollo non diventi troppo secco.

Super gustoso!

13 gennaio 2016

Arista di maiale al melograno con crema al gorgonzola

Sempre per capodanno avrei voluto fare dei filettini di maiale...ma erano introvabili! E così ho ripiegato su un'ottima arista, sempre di maiale, con un benaugurante melograno! E poiché da tradizione, nella nostra famiglia allargata, il gorgonzola non può mai mancare, lo abbiamo accompagnato con una gustosissima crema al formaggio. Delizioso...

Arista di maiale al melograno con crema al gorgonzola
Ingredienti per 6 persone
1,5 kg arista di maiale con osso, avvolta nella pancetta
1 melagrana
aglio
brandy
sale, pepe
olio extravergine di oliva
200 g di gorgonzola dolce
80 ml latte
vino bianco

Nella vostra bella pentolona di ghisa scaldate olio, burro e una fesa di aglio. Fate dorare da tutti i lati l'arrosto, quindi toglietelo dalla pentola e aggiungete al fondo la melagrana sgranata. Lasciatela cuocere un paio di minuti, quindi aggiungere la carne, sfumarla con il brandy, aggiungere sale e pepe. Chiudere con il coperchio e mettere in forno a 180°C per 50 minuti.
Per la salsa: sciogliere il gorgonzola con il latte, aggiungere 1/3 di bicchiere di vino bianco, sale e pepe e scaldare fino a consistenza desiderata.

Servire con salsa di melagrana su letto di salsa al gorgonzola. Connubio perfetto!

Antipasto di indivia e speck

Spulciando su @Sale&Pepe di gennaio ho trovato questa fantastica ricetta...adattandola al palato carnivoro dei miei amici ho aggiunto dello speck, e resa meno raffinata la preparazione ed il risultato è stato favoloso! Addirittura richiesta per una cena della settimana dopo :)

Antipasto di indivia e speck
Ingredienti per 6 persone
3 cespi di indivia belga
200 g mascarpone
1 cipolla rossa
100 g speck a cubetti
50 g pecorino
pepe
30 g burro
olio EVO

Tagliare a metà l'indivia, lavarla e asciugarla bene. Con uno scavino, creare un guscio e mettere da parte le foglie tolte. Triturarle a coltello.
Tagliare la cipolla a listerelle sottili.
In una padella sciogliere il burro e 2 cucchiai di olio EVO, lasciar soffriggere la cipolla e aggiungere l'insalata. Farla cuocere 3-4 minuti, salarla e peparla. In un pentolino a parte far saltare leggermente lo speck. All'insalata aggiungere il mascarpone, lo speck e il pecorino grattugiato.  Mettere i gusci di indivia su una teglia oliata, riempirli con il composto e cuocere il tutto in forno 12-15 minuti a 180°C.

11 gennaio 2016

Pasta al pesto di radicchio e noci

Questa pasta veloce e gustosa, fa parte del nostro ricchissimo menù di Capodanno...ma da riproporre tranquillamente ad una cena tra amici tanto è facile e gustosa!

Pasta al pesto di radicchio e noci
Ingredienti per 4 persone
320 g di spaghettoni
200 g di radicchio tardivo
50 g di noci
50 g di parmigiano
olio EVO
sale grosso e pepe
30 ml di latte fresco
aceto balsamico stravecchio

Tagliare il radicchio a listerelle, lavarlo con abbondante acqua fredda e stenderlo su un panno senza farlo asciugare troppo. Tritare noci e parmigiano, quindi aggiungere il radicchio, sale e pepe e frullarlo aggiungendo a filo il latte. Terminato questo continuare con olio EVO finchè il composto non risulterà cremoso.
Cuocere la pasta, condire con abbondante salsa e aggiungere sul piatto un filo di aceto balsamico stravecchio con cui si intingerà ogni forchettata.

Super gustosa!

7 gennaio 2016

Canederli in brodo

Sempre in tema di Natale in Trentino non potevano mancare i Canederli. Meravigliosa alternativa ai nostri classici cappelletti in brodo...Natale alternativo promosso a pieni voti!!!

Canederli in brodo
Ingredienti per 4-6 persone
200 g pane raffermo
2 uova
100 g speck a dadini
40-50 g di farina bianca 00
1 cipolla bianca piccola
120 ml di latte
40 g burro
olio evo
prezzemolo
erba cipollina
sale e pepe
noce moscata
brodo di carne
parmigiano

Sbattete le uova con sale, pepe e il latte.
In una ciotola mettete il pane tagliato a dadini di circa 1 cm di latte e aggiungete il composto. Amalgamate bene il tutto, coprite la ciotola con la pellicola e lasciate riposare almeno due ore in frigorifero, girando l'impasto di tanto in tanto per far assorbire al pane tutto il liquido. Tritate la cipolla e mettetela in una padella con 2 cucchiai di olio e burro e fatela soffriggere insieme allo speck a dadini. Lasciate raffreddare il composto. Quando è tutto freddo incorporatelo al pane, aggiungendo prezzemolo, erba cipollina e noce moscata. Infine aggiungete la farina ed amalgamate bene. Coprite nuovamente il composto con la pellicola e lasciate riposare un'ora il tutto. Con le mani bagnate creare delle palline: la ricetta originale le vuole di 7-8 cm di diametro, ma noi le abbiamo preferite grandi la metà. Rotolare le palline nella farina bianca e metterle su una spianatoia. Mettete a scaldare il brodo, che deve bollire pianissimo, e fate cuocere per circa 15 minuti. Noi li abbiamo serviti in brodo con abbondante parmigiano. Eventualmente si possono anche colare e servire con burro fuso e salvia!

Tirtlen Trentini

La Parpanonna quest'anno ha deciso di cambiare regione per Natale...e da quest'anno si farà una regione per anno! Abbiamo iniziato dal Trentino, pur non avendo origini da quelle parti, ma si sa, se si deve cambiare si deve fare alla grande! E così dopo abbondante antipasto di salumi e formaggi tipici depredati dai mercatini di Natale, abbiamo preparato dei fantastici tirtlan con ricotta e spinaci.
Solo mangiandoli si può capire quanto sono buoni!!!! Forse la forma non è proprio la tipica, ma... erano comodi a mezzaluna :)

Tirtlen trentini
Ingredienti per 15 tirtlen
Per la pasta:
250 g farina bianca
250 g farina di segale
2 uova
40 g burro

Per il ripieno:
400 g di spinaci
180 g di ricotta (scolata!)
noce moscata
sale e pepe

Setacciate le due farine unite il burro, il sale e le uova; aggiungete acqua tiepida fino a creare un impasto elastico da lasciar riposare 1 ora coperto dalla pellicola da cucina, in un posto tiepido.
Nel mentre prepariamo il ripieno:

pulite gli spinaci, lavateli e cuoceteli in una pentola antiaderente 5- 6 minuti con pochissima acqua. Scolateli, strizzateli e tritateli con il mixer; mescolate la ricotta molto ben colata e condite con un po’ di sale, pepe e noce moscata.
Con l'impasto formate un salame di circa 5 cm di diametro, tagliate fettine di mezzo cm e stendetele con il mattarello su un piano infarinato, ottenendo così una sfoglia tonda.
Mettete il ripieno in metà dei cerchi di sfoglia ricavati e chiudeteli con le altre metà libere. Con i rebbi della forchetta sigillate bene i bordi in modo che i tirtlen non si aprano in cottura e friggeteli nella vostra bella wok di ghisa con olio ben caldo 2 minuti per parte.
Uno tira l'altro!!!!