15 novembre 2013

Fusi di pollo alla cacciatora (come piace a me!)

Contando che non ho ancora fatto la spesa e il frigo piange lacrime amare, ho chinato la schiena e mi sono addentrata nei cassettoni del mio freezer che sempre offrono una via d'uscita alla mancanza di voglia di fare la spesa...ed ecco un sacchettino di fusi di pollo da far scongelare per la sera, e tutta una giornata davanti per decidere come cucinarli.
Parpapapà mi chiama "l'impomodoratrice" perchè sono in grado di aggiungere l'amato frutto in ogni pietanza, raggiungendo il mio massimo quando sono riuscita ad impomodorare un sugo di pomodorini che mi sembrava scarso...Avendo ancora in casa qualche bottiglia di salsa della nonna Micio (che prontamente domenica andrò a trovare per fare rifornimento...) ho deciso di cucinarli alla cacciatora, con un'aggiuntina di funghi che non fanno mai male...poi un bel purè di patate (questa volta in busta perchè mancava la materia prima, mannaggia  a me...) ed ecco una cenetta da leccarsi i baffi!

Fusi di pollo alla cacciatora
Ingredienti per 2 persone

4 fusi di pollo
1 carota
1/2 costa di sedano
1/2 cipolla bianca
1 spicchio di aglio
40 g di funghi secchi
1 bicchiere di vino rosso
350 g di salsa di pomodoro
olio EV
sale
pepe

Tagliare a pezzettini piccoli piccoli tutta la verdura.
In una pentola di ghisa far scaldare 4 cucchiai di olio EV, lasciar rosolare i fusi di pollo da tutti i lati con l'aglio tritato. Aggiungere tutta la verdura tagliata a pezzi e far insaporire  bene, aggiustare di sale e pepe. Sfumare con vino rosso e lasciar cuocere ancora 4/5 minuti. Ricoprire di salsa di pomodoro e aggiungere i funghi secchi precedentemente ammollati in acqua calda.
Lasciar cuocere per 20-25 minuti.
Preparare il purè e adagiarci sopra due fusi di pollo a testa con taaaaaaaaaaaaaaaaaaaaanto sugo :)


14 novembre 2013

Filetto di maiale al vino rosso con salsa di cipolle

Ieri il mio macellaio offriva un meraviglioso filetto di maiale, che amo fare all'aceto balsamico, ma sorpresa...in dispensa non ce n'era più nemmeno un goccio. Anche con delle belle cipolline non è male ma anche quelle mancavano...
e allora largo al vino rosso, che nella parpacasa non manca mai :)
come contorno una bella salsina di cipolle (che abbiamo finito prima di iniziare a mangiare la carne...molto bene...) e una melanzana grigliata sulla mia griglietta di ghisa...adesso il frigo è vuoto e per questa sera corro a fare la spesa!!!

Ingredienti per 2 persone

1 filettino di maiale intero
farina bianca qb
1 bicchiere di vino rosso corposo (noi avevamo un nero d'avola)
1 spicchio d'aglio
rosmarino
olio EV
sale
pepe

Per la salsa di cipolle: 2 cipolle di tropea, vino rosso, 1 cucchiaino di farina, sale, pepe, olio EV.

Infarinare bene il filettino di maiale intero, e metterlo nella  vostra cocottina di ghisa (il filetto è piccolino e ci sta!) dove avete fatto scaldare 2 cucchiai di olio EV, uno spicchio di aglio e un rametto di rosmarino. Fatelo sigillare bene su tutti i lati, aggiungete 1/2 bicchiere di vino rosso e lasciatelo sfumare bene. Quindi aggiungere il resto del vino un po' alla volta fino a completa cottura dopo 20-25 minuti.
Nel mentre preparate la salsina di cipolle:
tagliate fini fini le cipolle di tropea e mettetele in una padellina antiaderente con un cucchiaio d'olio. Fatele appassire bene (6/7 minuti), aggiungere un cucchiaino di farina e aggiustare di sale e pepe. Ricoprire di vino rosso e lasciarlo evaporare bene. Una bontààààààààà!

12 novembre 2013

Cenetta zurighese


Per festeggiare le quasi 200 visualizzazioni dalla vicina svizzera, la parpanonna P. (ovvero la mia mammetta) ha preparato il famoso sminuzzato alla zurighese, che il parpanonno K. ha promesso tante volte di farle assaggiare ma che non lo ha mai fatto J
Armata di santa pazienza ha commissionato le ricette trovate su internet ed è uscita questa…per cui è uno sminuzzato zurighese comasco! Servito con rosti e spatzle è davvero un ottimo piatto unico ricco di gusto! 

Ingredienti per 4 persone

Sminuzzato di vitello
400 g di filetto di vitello
200 g di rognone di vitello
latte
70 g di burro
2 cucchiai di farina bianca 00
2 scalogni
150 g di champignon freschi a fettine
½ bicchiere vino bianco
2 dl di panna
1 dl di fondo bruno (alla migros in svizzera c’è quello in tubetto J) o 1 cucchiaio di concentrato di carne
1 cucchiaio di maizena
prezzemolo
sale e pepe


Innanzi tutto mettere in ammollo il rognone di vitello nel latte per almeno 2 ore, in modo da fargli perdere l’odore caratteristico. Scolarlo, risciacquarlo e tagliarlo a fettine. Tagliare a fettine sottili il filetto di vitello.
Infarinare gli sminuzzati con la farina e  rosolarli in una padella di ghisa bella larga con 50 g di burro; regolarli di sale e pepe.
Per preparare la salsa tritate piccoli piccoli gli scalogni.
Rosolare gli scalogni e gli champignon in una padella con 20 g di burro, aggiungere il vino bianco e lasciarlo ridurre. Aggiungere panna, 1 cucchiaio di concentrato di carne, 20 g di maizena, mescolare affinchè risulti tutto omogeneo e cuocere per 2-3 minuti.
Servire con rösti (v. post Cenetta tedesca) e gli spätzle.
Ricettina per spätzle
Dosi per 4 persone
3 uova medie
250 g farina 00
1 cucchiaio di olio EV
4 cucchiai di latte
100 ml circa di acqua tiepida
Sale
In una ciotola versate la farina setacciata, quindi rompete al centro le uova  e aggiustate di sale.
Aggiungere l’olio e 4 cucchiai di latte e iniziate a miscelare con una frusta, aggiungendo piano piano acqua tiepida, fino ad ottenere un impasto liscio e ben omogeneo (deve essere fluida ma ben consistente, aggiungete più o meno acqua a seconda della farina!).
Portate a bollore una pentola di acqua e usando l’apposito attrezzo formate i gnocchetti; appena tornano in superficie raccoglierli in una ciotola e condirli con burro fuso.

11 novembre 2013

Risotto che sembra di zucca con pollo

Alla zia Micio è venuta una gran voglia di mangiare il risotto alla zucca,
ma ahimè non ne aveva nemmeno un pezzettino nel freezer..che fare allora, per
soddisfare le voglie di arancione??? Ecco cosa si è inventata quella persona
pazza e meravigliosa...  
 
Risotto che sembra di zucca con pollo
 
Ingredienti per 4 persone
4 fusi di pollo
4 carote
1 peperone giallo
1 pomodoro
120 g Grana grattuggiato
Brodo
Cipolla
Curry qb
 
 
Nella vostra padella di ghisa scaldare 3 cucchiai di olio EV,aggiungere i fusi
con carote, peperone e il pomodoro tagliati a pezzettini. Aggiustare di sale e pepe.
Aggiungere un bicchierino di brodo dove sarà stato aggiunta una puntina di curry.
Salare e far cuocere un 20-25 minuti, girando di tanto in tanto.
Nel frattempo prepariamo un risotto alla parmigiana...forse è inutile spiegarlo ma 
chi non lo sapesse.....
Soffriggere la cipolla e aggiungiamo il riso da tostare.
Aggiungere poco alla volta il brodo.
A fine cottura aggiungere tanto grana e un pezzettino di burro per mantecare.
 
Togliere i fusi dalla padella e frullare la verdura.
Il resto del condimento lo frulliamo, filtrare il tutto così da 
separare la crema dalle buccie.
 
Adagiare il riso su piatto caldo, versiamo sopra la crema gialla e un fuso a testa.

Esperimento riuscito!!!!

Zuppa piccante di puntarelle


Convincere Parpapapà a mangiare una minestra non è impresa da poco...in 4 anni di matrimonio sono riuscita a sfangarla solo con poche creme (zucca, porri, funghi che appena gli propinero' verranno pubblicate...)ma di verdura proprio non se ne parlava. Ma ieri è andato in piscina, per cui qualsiasi cosa passi nel piatto viene divorata, cosi ne ho approfittato per cucinare la mia minestra preferita!!! E alla fine, dopo iniziali proteste l'ha mangiata in due minuti...e ha pure chiesto il bis! Viziato...

ZUPPA PICCANTE DI PUNTARELLE

Ingredienti per 4 persone
1 grosso cespo di puntarelle di catalogna
1 spicchio di aglio peperoncino in polvere
200 g passata di pomodoro
2 dadi olio EV
160 g di ditaloni rigati
 
Mondate e lavate le puntarelle di catalogna, asciugatele bene e tagliatele a listerelle. Nella vostra cocotte di ghisa (bella grande) mettete a scaldare 4 cucchiai di olio, 1 spicchio di aglio tagliato a pezzettini piccoli piccoli e un po' di peperoncino. Aggiungete le puntarelle e fatele saltare 5 minuti, quindi aggiungete la passata e fate cuocere per altri 10 minuti mescolando delicatamente per non rompere le puntarelle. Aggiungere 2 l di acqua calda, 2 dadi e lasciar bollire per 40 minuti. Aggiungere la pasta e portarla acottura. Servire ben calda. Per gli amanti del piccante aggiungere altro peperoncino prima di servire! Una delizia...anche riscaldata!