8 novembre 2013

Rigatoni Zucca e Chiodini

Come si è sicuramente capito il Leitmotiv di questo autunno è la zucca...ieri sera Parpapapà ci ha portato a casa uno zuccone enorme che aveva usato per addobbare le vetrine di Halloween, una volta ben ripulito e ridotto a cubetti è stato per la gran parte surgelato, pronto a nuovi esperimenti, ma 150 g sono stati impiegati per una bel condimento per una pasta. Sinceramente non sapevo bene come abbinarla, ma aprendo il cassettone del freezer mi è balzato all'occhio una busta di chiodini surgelati e si è accesa la lampadina! Così all'urlo:"Papàààààà mi tiri giù la ghisa piccola?" abbiamo ideato questa ricettina...succhiata anche un po' da Parpanino che finalmente si sta lasciando un po' andare con il cibo!
Ed ecco qui:

RIGATONI CON ZUCCA E CHIODINI
Ingredienti per 4 persone. 
300 g di zucca già mondata
200 g di chiodini (o pioppini) surgelati
1 spicchio di aglio
olio EV
1 dato al sapore "funghi"
prezzemolo
sale
pepe
grana grattuggiato
320 g di rigatoni

Tagliare la zucca a cubettini piccoli piccoli (così cuoce prima!).
Nella vostra ghisa scaldate 4 cucchiaio di olio e fate imbiondire l'aglio, quindi rosolate bene la zucca. Aggiungete i chiodini ancora surgelati e lasciate cuocere per 5 minuti.
Quindi aggiungete 1/2 bicchiere di acqua e il dado e lasciar cuocere ancora 10 minuti. Aggiungere sale, pepe e prezzemolo.
Cuocere in abbondante acqua salata i rigatoni e scolateli bene al dente e passateli nel condimento, aggiungendo abbondante grana grattuggiato.
Divini!



 

7 novembre 2013

Risotto al pesce persico della vecchia zia Katia (alla sua maniera)

Presa dai rimorsi glucidici dati dallo stress da ipermodellamento di pasta da zucchero, anche la zia Katia a volte cucina...soprattutto per accontentare il pescatore che ha sposato, che la delizia nel week end con pesciolini freschi tipici delle nostre zone. Sabato scorso ha pescato quella delizia del pesce persico del lago di Como, che la signora ha prontamente fritto nella padella di ghisa. Esperienza surreale! La padella mantiene perfettamente il calore e non brucia il burro, dorando perfettamente la superficie dei filetti. Effettivamente un po' calorico, ma non c'è comasco che almeno un paio di volte all'anno decide di soprassedere alle analisi del colesterolo e si concede questa bontà. Per cui largo al burro e alle papille gustative!

RISOTTO AI FILETTI DI PESCE PERSICO ALLA MANIERA DI KATIA



Dosi per 4 persone

25 filettini di pesce persico

1 uovo
320 g di riso
pangrattato qb
10 foglie di salvia fresca
150 g di burro circa...più o meno...man mano che si consuma aggiungerne un pochino.

Sciogliere 70 g di burro nella padella di ghisa con qualche foglia di salvia.
Passare i filetti nell'uovo quindi nel pangrattato e poi friggere (ci vogliono circa 5 minuti a filetto).

Tenere l'intingolo di cottura e versare il riso precedentemente bollito al dente con 5 filetti di pesce fritti. Mescolare vigorosamente cercando di sbriciolare il pesce.



 
Impiattare il piatto con sopra i filettini...et voilà!




6 novembre 2013

Risotto zola, zafferano e pancetta




In ufficio la combriccola delle zie è sempre a dieta...non c'è un giorno dell'anno in cui non si parli di quanto fanno bene le proteine, di quanto tagliamo le calorie e di che microscopico costume da bagno indosseremo l'anno prossimo...a dispetto della muta che useremmo adesso! In questo clima scriviamo di cucina...disgraziate! Ma quanto è bello trasgredire??? Per questo la zia Olga ci propone questo risottino...che domani sera farò a Parpapapà...contento???


Risotto zola, zafferano e pancetta


Ingredienti per 4 persone

320 g di riso qualità Carnaroli 
1 cipolla bianca
1 bustina di zafferano in polvere
60 g  di pancetta a dadini
1 litro di brodo di carne 
60 g di burro
2 cucchiai di olio EV
40 g di gorgonzola a tocchetti  
sale e pepe qb
4 cucchiai di parmigiano grattugiato (per il riso)
8 cucchiai di parmigiano grattugiato (per la cialda)


Procedimento

Far scaldare olio e metà del burro nella vostra cocotte di ghisa, aggiungere la cipolla tagliata sottile, far dorare un pochino ed aggiungere qualche cucchiaio di brodo ben caldo per mantenerla morbida. Aggiungere la pancetta a pezzettini, salare, pepare e lasciar rosolare a fiamma vivace.

  
Nel mentre diluire lo zafferano in una tazza di brodo caldo.

Aggiungere il riso, lasciarlo tostare per 5-6′, mescolando bene, sfumare con vino bianco, sempre a fuoco vivace, poi iniziare a tirare il risotto, aggiungendo prima il brodo con lo zafferano e poi brodo bollente quando tende ad asciugare, fino alla cottura, a fuoco medio.


A cottura, aggiungere il restante burro, mantecare unendo il parmigiano e il gorgonzola a tocchetti, che regala al risotto  cremosità! 

Per presentarlo in modo più creativo prepare come segue una cialda al parmigiano:


 

In una padella antiaderente calda, disporre il parmigiano grattugiato in modo da formare una cialda rettangolare. Quando il formaggio inizia a fondersi, allontanare la padella dal fuoco, lasciar raffreddare leggermente, e rimuovere la cialda con una spatola di silicone, facendo attenzione a non romperla.
Lasciarla raffreddare completamente prima di utilizzarla.



5 novembre 2013

Antipasto invernale di verdure

Quando si pensa agli antipasti la mente riconduce ad un trionfo di pizzette e salatini, dove la sfoglia fa da padrona. La mamma di parpamamma, oltre ad essere cavaliere Jedi delle minestre è anche una super verduraia...sapendo che io apprezzo (mentre parpapapà arriccia il nasino) domenica mi ha preparato questo super antipasto mentre il mio maritino lavorava...Grazie mami!

ANTIPASTO INVERNALE DI VERDURE
Ingredienti per 4 persone (secondo mamma...per me basta per un reggimento...)

- 1 broccolo verde
- 1 finocchio
- 1 peperone
- 2 carote
- 200 gr. fagiolini
- 200 gr. olive verdi
- 50 gr. capperi sotto sale
- 250 gr. tonno all'olio di oliva in scatola
- 250 gr. passata di pomodoro
- 1 spicchio d'aglio
- 1 piccolo peperoncino piccante
- 50 gr. olio oliva
- 1 bicchiere di aceto rosso
- sale grosso

Portare a bollore 3 lt. di acquacon l'aggiunta di un bicchiere d'aceto ed una presa di sale grosso.
Nel mentre tagliare le verdure in pezzi non eccessivamente piccoli.
Una volta a bollore buttare le carote, dopo 3 minuti i finocchi, dopo 2 minuti i broccoli, dopo 2 minuti i fagiolini e dopo 2 minuti i peperoni, lasciando cuocere ancora un paio di minuti.

In un tegame di ghisa abbastanza largo preparare un sugo con la passata di pomodoro, aglio tritato finemente, olio e peperoncino, e cuocere a fuoco vivace per c.a. 10 minuti.

Toglire il tegame dal fuoco ed aggiungere, le olive, i capperi ed il tonno sgocciolato, aggiungere le verdure, che nel frattempo sono state colate, ed insaporire con origano.
Presentate in tavola con il vostro bel tegame lucido...stupendo!